Archive for Alimenti

L’anticontraffazione alimentare

500milioni di euro in bevande e cibo sequestrati dall’anticontraffazione… sono i numeri spaventosi dell’ultimo anno, che non ci fanno ben sperare per il futuro in quanto sembra non esserci una soluzione a questo problema. Ma dobbiamo considerare anche che negli ultimi anni le aziende anticontraffazione si sono impegnate a fondo per migliorare questa situazione fermando e debellando in parte la crisi nel settore alimentare italiano.

 Anticontraffazione: come riconoscere un falso

La cosa più importante per riconoscere un prodotto non sicuro? NOI. Come sostengono le aziende di anticontraffazione infatti per prevenire il problema il consumatore deve essere “educato” a riconoscere i segni e le peculiarità che un prodotto autentico deve avere, dal marchio alla provenienza e qualora si fosse insicuri e indecisi chiedere informazioni al personale del reparto dove stiamo acquistando. Questo perché purtroppo il mercato illegale è sconfinato e le aziende anticontraffazione non possono ricoprire e scandagliare tutto il territorio alla ricerca delle truffe e deve essere quindi il consumatore il primo agente dell’anticontraffazione in grado di riconoscere il prodotto.

L’anticontraffazione deve difendere il made in Italy

Un aspetto da sottolineare è che il made in Italy risente della vendita di prodotti contraffatti sia per l’aspetto puramente economico sia per l’immagine che viene data ai clienti che, non essendo più certi nell’autenticità e sicurezza del prodotto, non trovano motivi validi per acquistarlo. Ecco perché le aziende dovrebbero rivolgersi all’anticontraffazione in quanto garantirebbe una copertura nel settore di loro competenza o per lo meno una maggiore sicurezza, che è la cosa fondamentale che il cliente cerca in un prodotto.

 

Comments off