Archive for App

App, ecommerce e sito web in una soluzione unica

Fra le tattiche plausibili per sviluppare un sito, un negozio online o un’app ci sono adesso numerose piattaforme che ne consentono la costruzione senza necessità di imparare nessun codice di programmazione. Questo è un grande vantgaggio per chi ha potenziato il proprio business off-line e sceglie di allargarlo on-line senza osare eccessivamente.
Una delle piattaforme più opportune per implementare il proprio sito on-line è Bizmart, la piattaforma che consente a tutti di intraprendere, amministrare e manutenere il proprio sito, il proprio ecommerce o la propria app per telefonino.

L’attivazione di un negozio online è una delle soluzioni più usate per ampliare il proprio business ma in varietà è una scelta abbondantemente onerosa perchè la realizzazione di un ecommerce esige di affidarsi ad un’agenzia web e i costi sono molto alti. Una piattaforma ecommerce è particolarmente complessa da implementare e deve essere garantita la attendibilità delle compravendite le quali devono effettuarsi nella forma più tranquilla e trasparente possibile. Infine l’inserimento dei articoli è un successivo intralcio poichè facendolo manualmente può portare via parecchio tempo. Con le soluzioni integrate come Bizmart la realizzazione avviene mediante un click e l’importazione del catalogo articoli viene effettuata da tecnici del ramo. Non serve quindi curarsi di niente.

Tante delle soluzioni integrate esistenti adesso permettono di avere anche un’applicazione per smartphone connessa all’ecommerce in modo da ampliare la visibilità del proprio sito al pubblico da cellulare, cioè tutte le persone che si collegano a internet tramite il smartphone. Attualmente il trend di queste persone è in continua crescita e lo sarà ancora per molti anni. Avere rapidamente, celermente e facilmente una gestione centralizzata di sito, ecommerce ed app consente di fare la differenza rispetto a chi non ha avuto questo approccio o perfino a chi non ha ancora pensato di portare il proprio business online.

Comments off

Quali sono i giochi per dispositivi mobili più utilizzati adesso?

I giochi per cellulari sono adesso un business che consente di guadagnare centinaia di migliaia di euro: è sufficiente valutare a applicazioni come Clash of Clans, o Candy Crush, le quali stanno fruttando fino a 500.000$ in 24 ore!
E’ spaventoso il modo in cui nel corso di pochi anni il mondo dei giochi si è spostato dai PC e dalle console, verso i telefonini.

Artefici di questo spostamento sono stati sicuramente i social network i quali hanno contribuito alla diffusione di alcuni dei videogiochi più apprezzati, portandoli a diventare virali con l’attenta creazione degli ideatori. App alla maniera di Candy Crush sono rigidamente legate ai social network e tramite Facebook si sono diffuse a macchia d’olio permettendo di raggiungere in fretta una copertura enorme dei dispositivi esistenti.
Questi videogiochi hanno la caratteristica di essere facili, immediati e trasportabili dentro al proprio telefono e per questo le persone ci possono giocare in ogni occasione, alla toilette, in coda alle poste o nel letto.

La sterminata disseminazione di videogiochi come questi ha con se un’attenta capacità di generare denaro attuata sovente per mezzo della leva della poca disponibilità. Clash of Clans ad esempio è uno dei videogiochi più scaricati oggi e fonda la sua capacità di generare profitto sulla scarsità delle gemme, una sostanza poco disponibile nel game però essenziale sia per far progredire il villaggio, sia per farlo maturare in fretta.
In genere questi giochi non negano il progresso del player ma lo rallentano se non sono spesi dei soldi per comprare alcune cose che permettono di velocizzarlo. Per questo pretesto nascono di frequente alcuni hack, come nel caso sia di Candy Crush che di Clash of Clans. I Clash of Clans Hack per esempio si sono diffusi così in fretta che oggi sono tantissimi i siti che li mostrano e li rendono fruibili a tutti i player. Tanti sono inoltre i video su Youtube che mostrano esplicitamente come eludere l’acquisto delle gemme, anche se molte di queste pratiche sono soggette a ban.

Per concludere, i metodi per non pagare ciò che è un canale di guadagno per i creatori dei giochi ci sono, ma sono sempre soggetti a rischio perché possono portare al ban.

Clicca qui per vedere di più

Comments off

Clash of Clans

Clash of Clans è il gioco più scaricato del 2014 e sta facendo letteralmente impazzire i possessori di smartphone. Si tratta di un gioco di strategia dove il giocatore deve costruire un villaggio partendo dalle basi, cioè dal municipio, e sviluppando tutto il resto in modo da creare una comunità di persone che vanno dal muratore al guerriero.

Il villaggio si regge su un gioco di equilibri tra 3 elementi fondamentali:

  • l’oro che consente di acquisire ricchezza e comprare, costruire e sviluppare attrezzature, edifici e armi sempre più avanzate.
  • l’elisir che consente consente di sviluppare il villaggio facendolo progredire
  • le gemme che servono per compiere tutte le azioni di sviluppo

Clash of Clans è indubbiamente un gioco destinato a durare nel tempo come fu per Candy Crush Saga: il gioco non crea dipendenza ma ci sono molti tempi morti necessari alla costruzione degli edifici, all’estrazione dell’oro e dell’elisir, alla “creazione” dei guerrieri. Per velocizzare questi tempi è possibile fare uso delle gemme le quali però sono in quantità limitata.

Per questo motivo in internet si trovano tanti trucchi clash of clans che permettono di avere le gemme che sono in teoria a pagamento. Con questi trucchi è anche possibile avere oro o elisir illimitati in modo da poter costruire qualsiasi cosa e far progredire velocemente il villaggio. Rimane tuttavia il problema delle gemme le quali rappresentano il core-business del gioco.

La società che lo sviluppa infatti basa il suo business su questo fattore: sono tantissimi infatti i giocatori che per velocizzare il progresso del villaggio o semplicemente per necessità ricorrono all’acquisto delle gemme che vengono vendute a pacchetti.

Clash of Clans in linea di massima non è un gioco violento anche se è possibile attaccare i villaggi vicini o sferrare attacchi ai villaggi dei propri amici internet.

Beh… non rimane altro che provare a scaricarlo e giocarci: buon divertimento

Comments off

Le 3 app Gps che non possono mancare sul tuo iphone

All’interno di ogni iPhone c’è una unità GPS che è in grado di identificare la sua ubicazione con una precisione di pochi metri, in qualsiasi parte del mondo. Questa tecnologia di posizionamento globale
utilizza decine di satelliti che volano in orbita e la connessione dati dell’iPhone. Gli sviluppatori di applicazioni hanno sfruttato questa tecnologia e hanno fatto centinaia di applicazioni GPS
disponibili nell’App Store di Apple. Ecco le 3 applicazioni per iPhone che non devono mancare sul tuo smartphone.

Waze

Nel mondo delle applicazioni per iPhone, alcuni programmatori di app hanno deciso che non vi è alcuna differenza tra le piattaforme di social media e le unità GPS. Waze ha unito questi due elementi per
fare una applicazione sorprendentemente utile per l’uso quotidiano. In termini di mappe e indicazioni, Waze ha una interfaccia molto semplice 2D che darà indicazioni vocali e visive quasi ovunque nel
mondo. La caratteristica unica di questa applicazione coinvolge la comunità che è stata costruita intorno ad essa. Gli utenti di possono effettuare il check in nelle destinazioni, permettendo ai loro amici
di trovarli. Invece di dare indicazioni a un amico, Waze può portare agli utenti direttamente l’un l’altro nel giro di istanti. Gli utenti possono anche avvisare gli altri utenti Waze di eventuali problemi
sulla strada come gli incidenti e lavori stradali, facendo loro risparmiare molto tempo di guida.

MapQuest 4 Mobile

MapQuest si è trasformata in una delle aziende più popolari di navigazione al mondo. Sono decine di milioni gli utenti che usano questa app ogni giorno grazie anche al fatto che ha una copertura in quasi
tutti i paesi del mondo. MapQuest 4 Mobile è straordinariamente facile da usare e funziona molto bene. Gli aggiornamenti più recenti consentono anche la navigazione vocale e comandi di input vocali.

TomTom

TomTom originariamente ha fatto del suo nome il brand principale per la navigazioe satellitare con propri dispositivi ma rapidamente è cambiato con la crescente popolarità degli smartphone. TomTom ha
deciso di offrire i propri servizi come un’applicazione a pagamento sul mercato. TomTom è una delle applicazioni GPS più costose, ma offre anche la maggior parte delle caratteristiche e la massima quantità
di informazioni. Ciò che rende questa applicazione migliore rispetto alle altre è il flusso di aggiornamenti sul traffico in ogni secondo. TomTom fa un ottimo lavoro di re-routing per trovare il modo più
rapido verso la destinazione. Questa app comprende anche la maggior parte delle caratteristiche di MapQuest 4 Mobile come ad esempio i punti di interesse, ristoranti, stazioni di servizio. Anche se questa
applicazione non ha le funzionalità social media di Waze, quando si tratta di scegliere i percorsi migliori, TomTom è l’applicazione più funzionale.

Il mercato delle app non è quindi fatto di soli giochi, come lo sono e lo sono stati Ruzzle o Candy Crush Saga, ma è fatto anche da
tante app veramente utili che hanno rivoluzionato il nostro modo di gestire la tecnologia che abbiamo in tasca usandola per facilitare le nostre vite.

Commenti